DICIANNOVE MINUTI di JODI PICOULT

Ed eccomi qui a postare la prima recensione nella mia nuova rubrica che parla dei libri che leggo.
Ho scelto di parlare di questo:

Sono da sempre un’amante di questa scrittrice.
Jodi Picoult ha la capacità di raccontare storie come se fosse lei a viverle di persona.
Studia i personaggi, cerca di capirne il carattere e il modo di ragionare e questo influisce molto sulla lettura.
Descrive benissimo stati d’animo e avvenimenti.
In questo libro, a differenza di altri scritti da lei, il racconto procede alternando flashback e momenti vissuti al presente.
All’inizio potrebbe sembrare confusionaria questa scelta, ma io trovo che andando avanti nella lettura il racconto sia più comprensibile seguendo questo metodo.
E’ una storia che tratta argomenti importanti come il bullismo nei licei, la volubilità delle amicizie adolescenziali, la difficoltà dei genitori nel legare con i propri figli e l’uso delle armi per compiere stragi a scuola (cosa che in America si è verificata diverse volte e forse proprio per questo ha spinto la scrittrice a parlarne).
Il personaggio principale è Peter, un ragazzino che ha sempre subito atti di bullismo sin dal primo giorno di scuola della sua vita e sempre da parte dello stesso gruppo di coetanei.
Oltre a questi spiacevoli eventi purtroppo la sua è una vita difficile, soprattutto perchè non ha una famiglia che lo segue come dovrebbe.
Tutti sono impegnati a lodare il fratellone, un ragazzo che a prima vista è perfetto, ma che in realtà si scoprirà avere vari problemi.
L’unica amica per Peter è Josie, figlia di un giudice.
Negli anni si avvicineranno e allontaneranno varie volte a causa di ciò che gli altri fanno a lui.
Josie cerca di non isolarsi e di entrare nel gruppo dei ragazzi “In” e per questo litigherà con il suo amico.
Nel nuovo gruppo Josie si innamorerà perdutamente…
In tutto questo Peter si sentirà stanco di subire umiliazioni di ogni tipo e commetterà un reato gravissimo entrando nel suo liceo con diverse armi per farsi giustizia da solo.
Il racconto si incentrerà sul processo che il ragazzo si troverà a subire sotto l’occhio attento dei media.
Peter seppur molto scontroso e pieno di se, nonostante sia convinto di aver fatto quello che doveva e nonostante susciti nel lettore un bel pò di antipatia, riuscirà a trasformarsi agli occhi del lettore.
Da sbruffone ingiustificabile per l’atto commesso, diventerà comprensibile da tutti.
Jodi Picoult dà la possibilità di capire perchè lui si sia spinto a tanto.
Non racconterò tutto perchè tante cose non sono state dette e tanti colpi di scena vi attenderanno!
Non voglio rovinarvi la lettura. 🙂
Vi garantisco che questo libro vi appassionerà e forse vi farà anche piangere.
All’inizio ero indecisa se continuare a leggerlo o no, ma continuando ho cambiato idea. Ne vale davvero la pena!
Adesso mi dedicherò a un nuovo libro.
A presto con una nuova recensione!

 



8 thoughts on “DICIANNOVE MINUTI di JODI PICOULT”

  • Questa rubrica è davvero uno spettacolo! Complimenti per l'iniziativa perché invoglierà di certo a scoprire nuovi testi e magari anche generi che di pancia possono non coinvolgere, invece …
    Ti lascio un forte abbraccio

    • Ciao Clara e grazie mille! Sono felice che ti piaccia questa nuova rubrica.
      Il mio scopo è proprio parlare di libri di vario tipo per vedere di invogliare a leggere anche cose che sembrano lontane dai nostri gusti (io spesso ho avuto modo di ricredermi su un libro).
      A presto.
      Un abbraccio,
      Giudy.

  • ma che bella questa tua nuova rubrica…adoro leggere anche se ultimamente i miei libri parlano solo di cucina, ma questa scrittrice mi incuriosisce…mi metto un appunto!!!
    bacio stella e buon week end

    • Grazie Azzurra! Sono felice che ti piaccia. Sono contenta che anche tu sia un amante della lettura, anche se di cucina principalmente! 🙂
      Grazie di esser passata e fammi sapere cosa ne pensi (nel caso dovessi leggere il libro).
      Un abbraccio
      Giudy.

  • Amo molto leggere e in questi ultimi tempi sto cercando qualcosa che stimoli la mia curiosità, l'argomento mi rende molto sensibile avendo figli adolescenti, ti ringrazio del consiglio letterario oggi stesso vedrò se lo trovo il libreria . Grazie. Approfitto per augurarti di trascorrere un Natale sereno e gioioso con i tuoi cari Enrica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *