SUGO CON SCAMPETTI E MAZZANCOLLE

SUGO CON SCAMPETTI E MAZZANCOLLE

Una cosa che amo è cucinare piatti a base di pesce. Purtroppo raramente pubblico ricette  a riguardo perchè di solito li preparo il fine settimana e non ho mai tempo di fare le foto in quei momenti.
Prima di venire ad abitare a Fano vivevo con i miei genitori e mio padre è sempre stato bravissimo ai fornelli, soprattutto con i piatti di mare.
Non gli ho mai fatto tante domande in merito, ma ho sempre osservato con attenzione come pulire il pesce, come abbinarlo a vari ingredienti e le tecniche di cottura che usava, fino a quando non ho avuto modo di poter applicare tutto quello che gli ho rubato con gli occhi, nella mia minuscola cucina.
Oggi vi propongo la ricetta di un sugo che amo particolarmente, ossia quello a base di scampetti e mazzancolle freschi.
si sposa benissimo con vari tipi di pasta, dalle linguine alla calamarata.
Il retrogusto è dolce, ma davvero saporito e fidatevi se vi dico che è così buono che piace anche a chi non mangia pesce… tipo la mamma del mio ragazzo!
Guai a mostrarle piatti di mare! Eppure quando viene a trovarci lo mangia sempre con gusto!
Sperando che vi piaccia quanto a lei, vi invito ad assaggiarlo. 🙂

Ingredienti (dosi per 4 persone)

200 g di mazzancolle
300 d di scampetti (ma se preferite pulire meno pesce potete prendere 8 scampi di grandi dimensioni)
1 spicchio di aglio grande
una quindicina di pomodorini ciliegini maturi
metà bicchiere scarsa di vino bianco secco
un ciuffetto di prezzemolo fresco
pepe macinato fresco
sale q.b.
olio extravergine q.b.
Una fettina di limone (facolativa)

Preparazione

  • Per prima cosa sciacquate le mazzancolle sotto l’acqua corrente, poi privatele delle zampette e del carapace. Incidete con un coltello il dorso per tutta la sua lunghezza ed estraete l’intestino (il filo verdastro).
  • Pulite poi gli scampetti. Roteate la testa e staccatela, poi con una forbice incidete la cartilagine (la parte morbida) che ricopre le carni e schiacciando la parte finale a livello della coda estraete la polpa dello scampo stando attenti a non romperla. Potete anche decidere di eliminare solo le antenne e le zampe e tenere il pesce intero come ho fatto io se volete usarlo come decorazione. Ricordatevi di conservare le chele che sono ricche di succo e di solito si succhiano.
    (potete decidere di conservare gli scarti del pesce e passarli per qualche minuto in un pentolino con un filo d’olio per ottenere un delizioso olio al profumo di mazzancolle o scampi dopo averlo filtrato per eliminare gli scarti).
  • Dopo aver pulito il pesce versate in una padella larga un filo d’olio evo, qualche goccia di olio ricavato dagli scarti e l’aglio schiacciato e lasciatelo dorare leggermente.
  • Aggiungete mazzancolle e scampetti, sfumate con il vino e lasciate evaporare a fiamma alta.
  • Aggiungete i pomodorini tagliati a metà, aggiustate di sale e pepe e lasciate cuocere  a fiamma dolce fino a  ottenere un sughetto cremoso. Potete schiacciare i pomodorini con la forchetta per aiutarvi. Se volete una nota più acidula potete aggiungere al sugo una piccolissima fettina di limone oppure aggiungere qualche zest di limone.
  • Una volta pronto cospargete il sugo con prezzemolo fresco tritato.
  • Con quest’ottimo sugo potrete condire qualsiasi tipo di pasta voi preferiate e il successo sarà assicurato!

Eccovi la foto scattata direttamente al padellone di pesce:

alleggerita

BUON APPETITO!!!

VI RICORDO CHE SIETE ANCORA IN TEMPO PER VOTARMI SUL SITO SCAVOLINI.
SONO TRA I FINALISTI DEL CONCORSO CUCINA DA SOGNO.
SE VOLETE AIUTARMI CLICCATE QUI.

VI BASTERA’ REGISTRARVI E  VOTARE I MIEI VIDEO. (UNO AL GIORNO).

TRA I VOTANTI CHE SI REGISTRERANNO AL SITO VERRA’ ESTRATTO UN SECONDO VINCITORE DI UNA FORTUNATA CUCINA SCAVOLINI. 🙂

BUONA FORTUNA ANCHE A VOI!

firma Giuditta fine post



6 thoughts on “SUGO CON SCAMPETTI E MAZZANCOLLE”

  • Siamo state per due volte vicine di casa! E’ un piacere fare la tua conoscenza! Io sono originaria di Frosinone e prima di trasferirmi a Torino ho vissuto per 4 anni nelle Marche, tra Urbino e Pesaro… Ho lasciato lì un pezzo di cuore e mi ha fatto uno strano effetto leggere che vivi a Fano. Ho scoperto il tuo blog per caso praticamente in questo momento e devo dire che è stata davvero una piacevole scoperta! Entro a far parte dei membri sostenitori con molto piacere! A presto

    Ale

    • Grazie Ale di esserti aggiunta! É un piacere conoscerti! Sono felice di sapere che anche tu conosca la zona in cui vivo ora. Le marche sono molto belle, ma anche li vicino a casa tua ci sono dei bellissimi posti.
      A presto
      Giudy. 🙂

  • Queste sono le cose che vorrei diventare brava a fare… che brava e che bell’aspetto questo piatto.. ci puccerei un bel pezzetto di pane O.O un bacione cara e buona domenica :*

    • Claudia é talmente semplice cucinare pesce… Sono sicura che sei già brava, basta solo un po’ di attenzione alla cottura! Molto peggio pulirlo…ahahah ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *