DA QUALCHE PARTE NEL MONDO di CHIARA CECILIA SANTAMARIA

DA QUALCHE PARTE NEL MONDO di CHIARA CECILIA SANTAMARIA

E’ da un po’ che non pubblico recensioni, in realtà ho letto tanti libri nell’ultimo periodo, ma davvero pochi mi hanno regalato momenti di riflessione o un senso di piacere dopo averli letti, per cui, come sempre, ho preferito aspettare di trovare una lettura che mi fosse piaciuta prima di parlarvene. Al mondo ci sono tantissimi libri, non c’è bisogno di parlare per forza di tutti. Limitiamoci a quelli speciali!

Oggi ho deciso di parlarvi di Chiara Cecilia Santamaria e del suo libro “Da qualche parte nel mondo”.

cover

Questa è la storia di Lara, figlia di due genitori separati, che si è ritrovata a crescere sola con la madre, Adele, perché suo padre essendosi indebitato ha preferito lasciarle.

La madre, per poter avere di che vivere, accetta un impiego in una piccola attività, “La casa del bottone” che però le porta via tanto tempo e così si ritrova costretta a lasciare Lara tutti i giorni dopo scuola a L’Assenzio un bar gestito da Elio che dapprima si dimostra di poche parole, ma poi instaurerà con lei un profondo rapporto che lo porterà a scoprire il talento di Lara nel dipingere in modo diverso da tutti e proprio per questo la spronerà fin da bambina a seguire quella strada.

Adele programma tutta la vita della figlia pensando di poterla condurre a fare scelte che le consentiranno di avere un futuro tranquillo, un marito, un lavoro soddisfacente e una buona condizione sociale, ma nel fare ciò peccherà di indifferenza, quell’indifferenza tipica delle madri che pensano di sapere sempre cosa è meglio per i propri figli soffocando così i loro bisogni e i loro sogni.

Lara d’altro canto sembra non avere un carattere ribelle e finisce con l’accettare tutte le scelte della madre, compresa quella dell’università, e così si ritrova iscritta a giurisprudenza nonostante sin da bambina non avesse mai amato altro oltre il dipingere. Questa mancanza di carattere è forse dovuta al senso di dovere che si è creato in Lara poiché Adele ritrovatasi da sola e senza soldi ha dovuto crescerla con molti sacrifici e rinunciando a ciò che aveva.

Fin da bambina l’unica amica che Lara ha avuto è Elena, figlia di una madre anticonformista e molto moderna. Elena come Elio sa del suo talento nella pittura e giocherà un ruolo fondamentale nella vita di Lara, infatti un bel giorno, stanca di vederla rinnegare il suo sogno e facendole capire che non ha carattere e che sta rinunciando al suo sogno, la accompagna all’Accademia delle belle arti per sostenere un colloquio per ottenere una borsa di studio.
Durante le ore trascorse all’accademia Lara si imbatte in Andrés Delacroix, un giovane bellissimo, che però non sa essere un critico d’arte molto rinomato e se ne innamora al primo sguardo.
Il colloquio va male, ma non nel senso in cui Lara crede, infatti il Rettore dell’accademia ha deciso che lei è molto più brava di tanti studenti ed essendo a un livello superiore le offrirà in collaborazione con Andrés che è rimasto sbalordito dal suo talento, di andare a Londra per farsi conoscere e esporre le sue opere.

Lara capisce che quello è ciò che vuole fare davvero e si lancia contro il parere della madre, per la prima volta, nella nuova avventura Londinese.

Arrivata a Londra la sua prima mostra si rivela un successo e da qui Lara diventa famosissima (questa velocità nel diventare famosa sarà possibile, ma sembra irreale mentre si legge perché accelera un po’ troppo il ritmo degli eventi). Nel frattempo Lara e Andrés si iniziano a frequentare e ad avere una relazione.

In tutto ciò Elena verrà oscurata dal nuovo carattere di Lara, che si riscopre forte, determinata, una vera forza della natura che persino i galleristi faticano a contenere e troverà il coraggio di dire alla madre che lei non vuole più studiare giurisprudenza ma fare la pittrice.

Andrés sembra faticare a legarsi a Lara e le provoca una grossa delusione che la spinge ad avere un carattere più folle del solito e a distruggersi in poco tempo la reputazione come artista e a fare pensieri pericolosi.
Con l’aiuto di Elena che comprende il momento critico nella sua vita, Lara piano piano torna a galla, ma nel frattempo si scopre innamorata di un nuovo ragazzo che però non le è possibile avere.
Lotterà per resistergli e per ricostruirsi una carriera artistica.

Ci riuscirà? A quale prezzo? Leggete il libro e ditemi cosa ne pensate! Ci sono tante cose di cui non ho parlato proprio per lasciarvi il gusto di leggerlo.

In conclusione vorrei dire che mi è piaciuta questa storia perché a tratti mi ci sono ritrovata. Anche io ho fatto scelte che non pensavo di poter fare e mi sono riscoperta più forte di quanto pensassi.
Credo che il punto forte di questo libro sia che consente di farti riflettere su quello che stai facendo della tua vita.
E’ davvero quello che volevi fare o potresti avere di meglio? Stai davvero seguendo i tuoi sogni o vivi in un castello che qualcuno ha costruito per te? Spesso rendersi conto di questo è difficile per tanti motivi.
Bisogna prendere in mano la propria vita e fare ciò che ci piace per farne renderla ogni giorno migliore.
Io penso di averlo fatto. E voi? Assomigliate di più alla Lara iniziale o alla Lara finale? Fatemi sapere!

firma Giuditta fine post



2 thoughts on “DA QUALCHE PARTE NEL MONDO di CHIARA CECILIA SANTAMARIA”

  • Che bella questa recensione, specie per me in questo momento poiché non più tardi di ieri sera, scrivendo un post di prossima pubblicazione, ripensavo alla mia vita, alle scelte imposte dai miei genitori, alla mia fame di esperienze puntualmente bloccata dalla famiglia e alle mie frustrazioni di bambina che rifiutava di ribellarsi. E alla difficoltà di mettere tutto ciò nero su bianco senza dare l’idea di una vita costellata di errori e cattiverie che invece non ci sono state, ma sono scaturite solamente da un amore genitoriale troppo pressante. Questo libro lo vorrei proprio leggere, mi sa che fa al caso mio 🙂
    Un abbraccio!

    • Allora fa proprio al caso tuo! Io ed altre persone che conosco e hanno dovuto prendere certe decisioni lo abbiamo davvero apprezzato. Se lo leggi fammi sapere se ti é piaciuto 🙂
      A presto
      Giudy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *