L’UOMO CHE INSEGUIVA I DESIDERI di PHAEDRA PATRICK

L’UOMO CHE INSEGUIVA I DESIDERI di PHAEDRA PATRICK

Oggi vi parlo de “L’uomo che inseguiva i desideri”, romanzo di Phaedra Patrick, ultimo libro che ho letto e letteralmente adorato.

L'UOMO CHE INSEGUIVA I DESIDERI

Questa storia racconta di un anziano signore di 69 anni di nome Arthur Pepper e dell’amore che ha sempre provato per la sua adorata moglie, Miriam, venuta a mancare dopo quarant’anni di matrimonio. Leggendo si capisce quanto sia rimasto solo e quanto sia sempre stato controllato e poco incline a vivere all’avventura. La sua vita segue una routine precisa da sempre. Mai una sorpresa, ma a lui va bene così.

Tutto cambia il giorno in cui decide di disfarsi delle cose di sua moglie per cercare di andare avanti, quando all’improvviso trova in un paio di stivali di Miriam un cofanetto con all’interno un braccialetto bellissimo con diversi ciondoli che lui non ha mai visto al polso della moglie. Si chiede se sia davvero suo e perché si trovi nascosto e così decide di esaminarlo per provare a capire qualcosa.
Nota che i ciondoli sono tutti diversi; ci sono un cuore, un elefante, una tigre, un fiore e altri piccoli oggetti.
Proprio l’elefante, l’unico che gli abbia dato un indizio, lo condurrà all’inizio del suo viaggio.
Arthur chiama in India e scopre che il ciondolo è stato regalato a sua moglie quando viveva lì per lavoro. Questa scoperta lo lascia interdetto. Inizialmente si chiede se sia davvero sua moglie la Miriam che ha vissuto in India (cosa che lui ignorava), ma poi capisce che si tratta proprio di lei e così questo inizia a farlo agitare.

Perché sua moglie non gli ha mai raccontato nulla a riguardo? Perché tenergli nascoste queste cose? Fingeva di essere una persona diversa con lui?

Questa sua ricerca lo porta a comportarsi in modo strano e sua figlia inizia a pensare che non stia bene, Arthur per non sembrare pazzo decide di raccontarle tutto e di coinvolgerla.

Altri ciondoli gli faranno scoprire di altri viaggi e di altri uomini e donne che sono stati importanti per Miriam e si chiede quindi se lei lo abbia ha mai amato visto che non ha mai parlato di queste persone.
La sua testa si riempie di domande a cui non sa dare una risposta così decide di proseguire la sua ricerca per cercare di capire sua moglie e quali storie essa gli abbia tenuto segrete.
Una cara amica di sua moglie gli permetterà di dare un senso a tutto.

L’unica cosa che non sa Arthur è che in questo viaggio a cambiare sarà lui, dimostrerà infatti di poter essere più avventuroso, di non essere solo un vecchio uomo che non ha più nulla dare e questo farà si che si faccia tanti nuovi amici e voglia ricucire la sua famiglia riavvicinandosi ai figli con cui non ha mai avuto un rapporto fortissimo, specie con il figlio che ora vive in Australia. Conoscendo sua moglie sempre più, ciondolo dopo ciondolo, capisce che ha nuove prospettive per il suo futuro e che ha coraggio e voglia di fare.

Questo romanzo dimostra quanto a volte le cose ci sembrino statiche e di come basti poco per stravolgerle in un modo nuovo, migliore. Di come nella vita non sia mai troppo tardi per cercare di essere felici. Lo consiglio a tutte quelle persone in bilico, sempre indecise o timorose di fare qualcosa di nuovo, come stimolo a lanciarsi nella vita a tutto gas senza vivere una vita piatta.

Ho trovato questo libro scritto divinamente, si divora in pochissimo tempo perché la storia è coinvolgente e molto toccante. Mi piace immaginare che anche io dopo quarant’anni d’amore potrò ancora volere così tanto bene al mio compagno.
Aspetto di sapere se anche voi lo avete letto e se vi è piaciuto tanto quanto me.

A presto!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *